02 Dicembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

Barneschi e Farinelli bravissimi a Sansepolcro,Caneschi 6° a Perugia, Convertino a Firenze nella notturna.Trail di Papiano x i Casentinesi .

21-06-2015 21:25 - News Generiche
Alessandro Nucci
Un brevissimo commento dalla redazione: Dreamrunners ha messo in moto un programma veramente ottimo. Oltre le gare in diretta il controllo dei cartellini on line. Barneschi 4^ a S. sepolcro però con delle "bestie" davanti a lei. Non Zombi ma atlete di spessore. Farinelli Andrea ottima. ma il percorso era esatto? Andature da favola.
in allegato 2 commenti alle gare di Firenze e Perugia dai protagonisti Luca Caneschi e Cosimo Convertinootturna di San Giovanni
Notturna di San Giovanni
Splendida serata per questa 76^ edizione della classica dedicata al Santo patrono di Firenze, con grande partecipazione di podisti e di pubblico. Il clima è quasi perfetto, con temperatura sui 22°C ed una brezza leggera che rende sopportabile l´umidità abbastanza elevata.
Tra i nostri atleti l´onnipresente Daniele Milaneschi, con il quale scambio qualche impressione prima del via, oltre a D´Elia e Detti, che non riesco ad individuare nella moltitudine di podisti intervenuti da tutta Italia.
Lo scenario della partenza, tra il Duomo e il Battistero, la folla, l´entusiasmo, esercitano un fascino magnetico sui neofiti di questa competizione ed un irresistibile richiamo per chi vi ha già partecipato: personalmente sono già alla 7^ edizione di questa gara che - e forse è l´unica - dopo 12 anni di "carriera" mi rende lieve la fatica e mi riconcilia con la voglia di gareggiare.
Il tracciato è il solito dello scorso anno: un "diecimila" e poco più su due giri distinti, entrambi con partenza ed arrivo in piazza San Giovanni. Percorso praticamente piatto e in teoria molto veloce, anche se le numerose curve (ne ho contate almeno una cinquantina) e la pavimentazione in pietra, a volte sconnessa, lo rendono abbastanza "nervoso" e più adatto agli atleti più muscolari.
Personalmente affronto la gara a buon ritmo già dall´inizio, pur con una certa prudenza dovuta ad un fastidio al ginocchio sinistro accentuatosi nelle ultime settimane; il primo giro lo percorro comunque in 17´03", a 3´52"/km di media. Il secondo, anche se più lineare, è reso leggermente più impegnativo dalla presenza dei ponti sull´Arno, da qualche leggero dislivello e... da un imprevisto black out (il quartiere Oltrarno è completamente al buio). Riesco comunque a gestire bene lo sforzo e a distendere la falcata, recuperando ben 12 posizioni e chiudendo in 39´28" (solo una manciata di secondi in più rispetto allo scorso anno) al 76° posto assoluto su 1356 partecipanti, nonostante 2 posizioni perse a pochi metri dal traguardo a causa di una improvvida volata lanciata con troppo anticipo: sono addirittura il 6° veterano su 329. Il miglioramento rispetto alle ultime gare mi lascia soddisfatto, anche se ormai questo scorcio di stagione è agli sgoccioli ...Dimenticavo... Il vincitore maschile è Rukundo Sylvain (Toscana Atletica Futura) in 30´39", mentre quella femminile è Proietti Federica (Calcestruzzi Corradini Excelsior) in 37´24".
Cosimo Convertino

Mai una gioia 2.0... Potrei intitolare cosi la mia prima uscita in territorio Umbro a Perugia, in quel della gara "1° Forza e Coraggio Challenge", corsa ideata e organizzata dal mio amico Giacomo Sintini, ottimo palleggiatore di serie A, che poco piu´ di 3 anni fa ha lottato e sconfitto un cancro; in più successivamente ha creato un´associazione la quale porta il suo nome e che raccoglie fondi a favore del reparto di Onco-Ematologia dell´ospedale di Perugia. Una grande cosa e grande solidarieta´ da parte di un campione e grande uomo. Ma veniamo alla gara... Piu´ di 150 iscritti dicono e concorrenza agguerrita... Alla faccia della gara solidale dico! Scorgo la sagoma della Garinei e della Mosconi nel campo femminile e gia´ ho capito che per me nel maschile sara´ dura arrivare anche nei primi 15. Il percorso a malapena lo avevo studiato sulla cartina perche´ non avevo dati certi, tranne che sarebbe stato un circuito da ripetere 3 volte. E in piu´ da stamattina, ho la febbre.... Caso piu´ unico che raro in Giugno... Ma vabbe´... Al pronti via ci riversiamo lungo in viale principale della competizione. Stranamente non parto male e sono intorno alla 10-12esima posizione. Sono dietro alle prime due donne e decido di studiare il percorso. Il passo e´ decisamente veloce e il percoso si snoda con lunghi sali scendi non troppo ardui. A 400 mt prima del traguardo la vera difficolta´... Per molti ma non per me: l´ultimo tratto completamente in salita e che salita!!! Passo un paio di atleti e le due donne al comando e mi assesto col mio passo regolare... Quel tratto finale sara´ la mia fortuna poi e la sfortuna per gli altri immagino. Passato il traguardo, in discesa vengo raggiunto di nuovo da un atleta e le due donne al comando, ma a meta´ del secondo dei tre giri decido di provare a cambiare passo e il gioco è fatto... Saluto le due atlete di testa e seguito da un runner mi avventuro a riprendere quello che per a occhio e croce era il sesto uomo... L´inseguimento si conclude nella fatidica salita accennata prima dove cede pure il mio inseguitore.... Da lontano vedo la sagoma di quello che per me era il quinto uomo nonche´ ultimo dei premiati a questa gara... Il giro lo finisco in un tempo minore di quello passato e cerco di poter migliorare pure l´ultimo. Piano piano riesco ad avvicinarmi finche´ il presunto quinto uomo se ne avvede della mia presenza e si accorge che lo stavo raggiungendo. Cosi´ decide di vedersela con me nel tratto finale. Ma ad occhio e croce avevo gia´ capito che aveva dato tutto dalla gara anche semplicemente perche´ ad una curva l´ho richiamato sul giusto percorso dato che stava sbagliando strada. E cosi´ arrivo sulla fatica ultima salita... 400 mt mi separano da quella che per me sarebbe stata una grande soddisfazione... Taglio il traguardo, miglioro ulteriormente il time sul terzo e ultimo giro e sono visibilmente provato dal cambio di ritmo che mi ero imposto di fare ad ogni giro e che ero riuscito a rispettare e dalla febbre. E all´arrivo gia´ c´e´ chi mi dice che sono arrivato primo della mia categoria... Risultato straorinario, mai raggiunto in vita mia fino ad ora e sono soddisfatto perche´ penso di aver corso la mia gara piu´ bella dell´anno... Gara organizzata poi dal mio grande amico mi dico... Doppia soddisfazione.... Mi pregusto il mio 5° posto e aspetto lo speaker che dica il mio nome alla quinta piazza ma... un momento.... al quinto posto non ci sono io... c´e´ un´altra persona.... ed ecco la beffa... il quinto non era il ragazzo che ho passato prima della mia salita finale e amica ma un altro atleta che e´ arrivato 15 secondi prima di me... La rabbia e la delusione sono state tante, non vale la medaglia che mi sono guadagnato e che le prime due donne le ho lasciate dietro di 45 secondi... E che donne poi... Peccato ci avevo fatto proprio la bocca ed essere il primo fuori dai premi fa veramente male stavolta, ma meglio di cosi´ non avrei potuto fare... La consolazione rimane quella di aver corso una gara dove tutto il ricavato andava al reparto di Onco-Ematologia di Perugia che viene finanziato anche dall´associazione del mio amico e di aver corso una gara totalmente solidale... Perche´ spesso come ho fatto io oggi, ci dimentichiamo di chi sta peggio di noi e invece di correre, lotta per una gara chiamata "vita"... E questi sono i problemi seri... La mia arrabbiatura per il sesto posto e primo escluso dalla zona premi passera´ di sicuro e tornero´ a correre, lottando per una buona posizione di classifica (speriamo). Mentre c´e´ chi purtroppo questa dura battaglia la perde e chi soffre ogni giorno... Ringrazio Giacomo Sintini per questa grande cosa che sta facendo ogni giorno e questa stupenda gara che ha organizzato... Sono veramente fiero di portare i suoi loghi nella mia maglia e mando un grande abbraccio a chi ogni giorno combatte per vincere questa lotta, dove l´ambito premio finale si chiama "vita".

Luca Caneschi


Le classifiche di Firenze su TDS qui sotto
Del Trail del Falterona unico intervistato Paolo Trapani che ha messo 10´ meno dello scorso anno.
Classifiche a cura del Taril Project e Arcioni de Rosa. Grazie a tutti i partecipanti
Una annotazione vise le classifiche. Ritorno alle gare x Carlo Brezzi, come sempre profeta in patria. Nucci al traguardo del lungo dopo il corto di Arezzo. Capannini Francalanci competitivi come marri all´esordio. Da notare l´uno due di Detti e D´Elia Firenze e Papiano. Bis d´autore.

Fonte: Caneschi Luca e Convertino Cosimo Foto Caneschi ed organizzatori
Documenti allegati
Dimensione: 322,71 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account